Sport

logo_pierrinsportivo
Anno 2°  2008/2009 n.° 09 del 14/11/08

Euro Cesanense: se a Torrette era "eclisse di sole" , speriamo che al  Gigi Meroni non sia solo una "estate di San Martino"     
Euro Cesanense - Corinaldo    4 - 2

Con l'Euro Cesanense si passa facilmente dal buio invernale delle prime cinque gare, alla luce primaverile della settimana del recupero, rabbuiato poi dall' eclisse di Torrette, fino ad assaporare un favoloso estate di San Martino contro la capolista Corinaldo. Era un incontro "testa -  coda" ma dopo una partenza velocissima con la quale il Corinaldo si portava sul due a zero, con le reti di Pasqualini e di Saccinto, andava fuori strada contro una squadra che ha avuto la forza per reagire e la fortuna di riagguantare il risultato nel primo tempo, prima con Bacchiocchi, lesto a ribattere in rete una palla non trattenuta dal portiere ospite e poi prima del riposo con un rigore del bomber Paci.
Nella ripresa, con l'ingresso in campo di Orlandi, pedina ormai inamovibile del centrocampo, e con la mobilità di Rosa e di Secchiaroli la squadra del mister Guiducci macina gioco e mette sotto pressione la difesa ospite. La stupenda rete al volo di Secchiaroli su cross da corner regala la vittoria alla squadra e la fiducia a se stesso e speriamo al mister.  La quarta rete, su rigore trasformato dal rientrante Manoni, rende giustizia ai valori espressi oggi in campo. Speriamo che Domenica prossima a Marotta non sopraggiunga la bora o peggio ancora la nebbia. 

Pianaccio calcio a 5 - C2: ad Urbino il dolce sogno play off e ...
Atletico Urbino - Pianaccio  1 - 3

Quarto successo consecutivo da parte degli uomini di Mister Gurini che si godono il momentaneo primato in classifica consapevoli che il loro obiettivo era e rimane(...per ora ) la salvezza. Partita sbloccata dopo appena 15 secondi ad opera di Dominici, lesto ad approfittare di una corta respinta del portiere locale. Primo tempo equilibrato dove il Pianaccio si difende bene e spreca diverse occasioni per il raddoppio. Nei primi dieci minuti della ripresa un Pianaccio devastante, trova prima il raddoppio con un gran gol di Nesat e poi con lo stesso macedone il terzo gol a chiusura di una perfetta azione di contropiede. Partita pressoché chiusa ma i locali tentano in tutti i modi di accorciare le distanze. Dopo aver sbattuto nel solito "muro" Dangy, riescono a trovare il gol della bandiera a pochi minuti dalla fine. Finale di normale amministrazione per il Pianaccio che negli spazi aperti degli avversari, ha sciupato diverse occasioni per la quarta segnatura. Venerdì, visto il ritiro del Beatnik Pergola, la Gurini Band si godrà il meritato riposo, e ne approfitterà per festeggiare tutti assieme il compleanno del bomber Righetta.
Auguri.... Auguri...dall'inviato sul campo                                                                                         
Suro

...l'amaro addio al sogno dei Quarti di Coppa Marche
Futsal Makkia Urbino - Pianaccio  5- 3

Questa volta il miracolo di ribaltare in trasferta, contro una forte squadra di C1, un risultato negativo casalingo non si avvera. A differenza di Lucrezia il Pianaccio non riesce a sfoderare quella partita perfetta e con l'eliminazione esce di scena, dal torneo di Coppa Marche, l' unica squadra di C2 che aveva raggiunto gli ottavi. Partenza in sordina da parte del Pianaccio che subisce in poco tempo un secco tre a zero dai padroni di casa. Mister Gurini a fine primo tempo accorcia le distanze ridando qualche speranza alla propria squadra. Ripresa molto più divertente dove il Pianaccio, con la sfacciataggine di chi non ha nulla da perdere, attacca a testa bassa, riaccende le speranze grazie ad un goffo autogol ma tre legni dicono no al meritato pareggio. Un perfetto contropiede del Makkia richiude il discorso qualificazione già compromesso all'andata. Negli ultimi minuti da segnalare la quinta marcatura dei locali e la grande rete di Bracci  che rende meno amara la sconfitta. Passa il turno sicuramente la squadra più forte ma ha dovuto sudare le così dette sette camicie per far fare le valigie ad un coriaceo Pianaccio.                       
Suro

Pierpiero